Stai per abbandonare il sito di www.kedrion.it. Le informazioni contenute in questo sito potrebbero essere soggette a norme diverse da quelle vigenti in Italia.
NO
SI
NEWS / CORPORATE / .........

CORPORATE - 30-07-2019

Kedrion finanzierà progetto innovativo per il trattamento dell'Emofilia A

Il progetto biotech denominato INFOREC, che ambisce a sviluppare nuove opzioni terapeutiche per il trattamento dell'Emofilia A, è il vincitore del bando “Proof-of-Concept” (PoC) indetto dall'Università di Pisa, in collaborazione con Kedrion Biopharma. La cerimonia di premiazione si è svolta venerdì 26 luglio nella Sala Cherubini del Rettorato dell'Università di Pisa: vi hanno preso parte la Prof.ssa Claudia Martini, Prorettrice per la ricerca in ambito nazionale dell'Università di Pisa, i rappresentanti del dipartimento di Ricerca & Innovazione di Kedrion Biopharma e i ricercatori dei progetti candidati.

“La ricerca universitaria è uno strumento essenziale per lo sviluppo del Paese” - ha dichiarato la Prof.ssa  Martini. “Iniziative come quella promossa da Kedrion, attraverso il bando PoC, sono da plaudire per l’opportunità che offrono ai nostri ricercatori di sviluppare le loro ricerche in ambiti sempre più applicativi”.

Il bando “Proof-of-Concept” (PoC) nasceva con l’obiettivo di finanziare la realizzazione di tecnologie all'avanguardia, passando da un’idea innovativa ad un prototipo funzionante, per poi arrivare al suo trasferimento verso le imprese o il mercato. INFOREC (Ingegnerizzazione e produzione di fattore ottavo ricombinante a lunga emivita ed elevata attività coagulante) si inserisce perfettamente in questo paradigma: l’iniziativa, il cui responsabile scientifico è Mauro Pistello, Professore Ordinario presso il Dipartimento di Ricerca Traslazionale e delle Nuove Tecnologie in Medicina e Chirurgia, ha infatti come obiettivo la generazione di mutanti di Fattore VIII (mFVIII) a lunga emivita ed elevata attività coagulante che potrebbero essere utilizzati nel trattamento dell'Emofilia A.

“Sebbene tanti i progetti validi e tutti interessanti, a testimonianza dell'alto livello e della vitalità della ricerca dell'Università di Pisa – ha commentato a margine dell’annuncio il Prof. Alessandro Gringeri, Chief Medical and R&D Officer di Kedrion – il progetto vincitore ha la potenzialità di aprire la strada ad importanti sviluppi sia nella terapia sostitutiva che in quella genica delle persone affette da Emofilia A, con un significativo miglioramento della loro cura”.  

Per più informazioni scrivere a: pressoffice@kedrion.com